Approfondimento tecnico cancelli automatici #1

Ciao e bentornato su questo blog!
Collaborando con moltissimi installatori come te ogni giorno, scopriamo sempre più sugli ostacoli e le difficoltà che dovete affrontare, specie in questo momento lavorativo così complicato.

Per questo motivo, noi di SEGEMA vogliamo fornire agli installatori e professionisti delle automazioni come TE tutto l’aiuto possibile.

SEI UN INSTALLATORE NELLA ZONA DI ROMA E CASTELLI ROMANI?

CERCHI RICAMBI, ACCESSORI E FINITI BFT, NICE, FAAC, GIBIDI E PROTECO?

TI SERVE AIUTO PER CONTROLLO ACCESSI?

CONTATTACI, VIENI A TROVARCI IN VIA QUARTO SANT’ANTONIO 48 A FRATTOCCHIE O CHIAMA IL NUMERO 0643427367.

Parte da oggi la nostra rubrica tecnica pensata per i professionisti del settore automazioni.

Ogni settimana affronteremo:

  • un argomento normativo
  • un approfondimento tecnico
  • un prodotto
  • una news commerciale o tecnica

Pronto?

Partiamo subito al primo punto: la messa a norma dei cancelli automatici.

NORMATIVA CANCELLI


Casa significa mettere a norma un cancello?
Significa applicare delle componenti automatiche ad un cancello. Di conseguenza, ai fini legali e tecnici,

  • il cancello diventa una macchina
  • il tecnico che l’ha realizzato ne diventa il costruttore.

Questa macchina deve avere quindi una serie di certificazioni che rispondono ad una Legge detta Direttiva Macchine.

Per semplicità si è creata una “normativa armonizzata”: questo significa che rispettando alcune prescrizioni contenute in determinate norme, si è certi che la macchina può essere considerata certificata.

Di conseguenza, l’installatore potrà tranquillamente dichiarare che l’impianto è a norma.


Nei prossimi articoli analizzeremo le indicazioni fondamentali di queste normative, per comprendere pian piano come comportarsi in caso di nuovo impianto.

APPROFONDIMENTO TECNICO


Forse non tutti sanno esattamente come funziona il test fotocellule delle centraline.

E prima di tutto… cos’è il test fotocellule?

Ogni volta che l’impianto di automazione riceve un comando di apertura, la centrale controlla se le fotocellule collegate funzionano realmente.

Ma perché lo fa?

Di base, per evitare che il relè delle fotocellule possa essere guasto e quindi che l’automazione movimenti il cancello senza la sicurezza delle fotocellule stesse. Infatti, se il relè si incastra chiuso e una persona passa davanti alle fotocellule, queste non interverrebbero e potrebbero urtare o ferire qualcuno.


Ma come funziona il Test Fotocellule sulle centrali PROTECO e GIBIDI?

  • La centrale riceve un comando di apertura
  • La centrale toglie e ripristina rapidamente alimentazione al trasmettitore delle fotocellule
  • La centrale controlla che il tempo di commutazione del contatto relè corrisponda al tempo di spegnimento e accensione del trasmettitore
  • Se il controllo è ok, l’automatismo apre


Per il Test Fotocellule è essenziale quindi:

  • che i collegamenti siano fatti come da schema del costruttore
  • che vengano installate sull’automazione fotocellule originali, perché solo con quelle il costruttore garantisce il buon esito del test.


Il Test Fotocellule è comunque escludibile sempre da programmazione, e le fotocellule possono essere sempre montate in modo classico.

TROVI FOTOCELLULE ORIGINALI BFT, NICE, FAAC, GIBIDI E PROTECO SUL NOSTRO SITO O IN NEGOZIO:

PRODOTTO DELLA SETTIMANA

Questa settimana in negozio è stato il momento delle coste sensibili radio. Questo particolare sistema permette di installare il bordo sensibile sull’anta scorrevole, senza l’ausilio di cavi.

Qualche installatore ci ha chiesto notizie sulla normativa di sicurezza, e la prima domanda per tutti è stata quasi sempre la stessa:

LA COSTA SENSIBILE RADIO E’ UN DISPOSITIVO A NORMA?

La preoccupazione è legittima, perché molti di questi sistemi che trovi in commercio non sono certificati, e quindi non sono a norma.
Ma le coste che noi commercializziamo sono dell’ABEXO, certificate e utilizzabili come dispositivo di sicurezza.


Ti ricordo comunque che NON esiste il dispositivo di sicurezza che “mette a norma il cancello”: è l’insieme dell’impianto che deve essere progettato secondo normativa.

NON SAI COME METTERE A NORMA IL CANCELLO AUTOMATICO DEL TUO CLIENTE?

CONTATTACI O VIENI A TROVARCI IN VIA QUARTO SANT’ANTONIO 48 A MARINO, LOC. FRATTOCCHIE, E TI CONSIGLIEREMO COME FARE.

NEWS DELLA SETTIMANA


Il primo posto della settimana se lo merita sicuramente la PROTECO, casa produttrice italiana che ha lanciato una Campagna Rottamazione (solo per installatori, ovviamente).

Cosa significa?

SE DEVI SOSTITUIRE UN IMPIANTO a un tuo cliente, PORTANDOCI I VECCHI MOTORI (di qualsiasi marca o modello) AVRAI DIRITTO A UN EXTRA SCONTO DI 15%.

Un’ottima occasione anche per andare a proporre nuovi impianti di automazione… e se non conosci la PROTECO come casa di automazione, con oltre i suoi 40 anni di esperienza e fiducia nel Made in Italy, è un’ottimo momento per provare la sua solida meccanica e l’elettronica precisa e puntuale.

CONTATTACI E VIENI A TROVARCI NEL NOSTRO NEGOZIO A FRATTOCCHIE PER ACQUISTARE KIT DI AUTOMAZIONE, RICAMBI E ACCESSORI PER CANCELLI AUTOMATICI E AUTOMATISMI BFT, NICE, FAAC, GIBIDI E PROTECO.

TROVERAI ANCHE LA NOSTRA AREA ESPOSITIVA CON PRODOTTI PROFESSIONALI PER CONTROLLO ACCESSI, MECCANICA E MESSA A NORMA.