Come collegare due paia di fotocellule con collegamento in serie

In questo articolo vogliamo mostrarti come collegare insieme due coppie di fotocellule con un collegamento in serie.

È un collegamento classico, in grado di far funzionare le fotocellule, ma solo fino a un certo livello.

Infatti, se avere due coppie di fotocellule invece di una sola aumenta la sicurezza di un impianto di automazione, è anche vero che la centrale non riesce a distinguere qual è il raggio delle fotocellule che viene interrotto (esterno o interno).

Ricorda quindi che questo non è un tutorial professionale, che affronta tutte le casistiche che possono accadere nel corso di vita di un impianto. È più un tutorial per il fai-da-te per far funzionare due coppie di fotocellule e rendere l’impianto più sicuro.

Logicamente, inoltre, il collegamento per far funzionare una coppia solo o due è diverso. In questo articolo vedremo come far funzionare due paia di fotocellule, normalmente una interna e una esterna.

Materiale

Una fotocellula di una marca qualsiasi può essere connessa con quella di una marca diversa.

Per questo motivo, in questo tutorial abbiamo deciso di usare:

Le fotocellule

Tutte le fotocellule funzionano a coppia:

  • un trasmettitore
  • un ricevitore

Puoi identificarli contando i morsetti:

  • il trasmettitore ha solo i fili dell’alimentazione (2-3 morsetti)
  • il ricevitore ha più fili del trasmettitore (4-5 morsetti)
Nella foto puoi vedere un paio di fotocellule PROTECO modello RF40 dove sono chiaramente visibili i morsetti sul fondo della scheda: a sinistra c’è il trasmettitore, a destra il ricevitore.

Come collegare i trasmettitori

E’ l’operazione più semplice, perché devi collegare solo le alimentazioni.

Collega uno dei trasmettitori.

A questo punto ci saranno dei fili (di un colore qualsiasi) che corrisponderanno in tutte le fotocellule:

  • al “+” (nel nostro caso, il marrone)
  • al “-” (qui in bianco)

Parliamo qui di alimentazione a corrente continua, che è la più comune. Va comunque detto che questo collegamento funziona anche in corrente alternata.

Unisci i fili a due a due per colore: i due bianchi insieme, i 2 marroni insieme.

Collega quindi ciascuna coppia sul morsetto della centralina che alimenta le fotocellule. Nel nostro caso, con la Q20:

  • morsetto 7 per il “-“
  • morsetto 8 per il “+”

Reinserisci i morsetti sulla centrale e il collegamento dei trasmettitori è concluso.

Come collegare i ricevitori

Per ogni ricevitore hai 4 fili, due dei quali di alimentazione.

La prima cosa che devi fare è unire i fili che nel nostro caso sono dei seguenti colori:

  • marrone-marrone
  • bianco-bianco

Collegali poi dove avevi collegato l’alimentazione dei trasmettitori (morsetti 7 e 8). Alla fine avrai 4 fili bianchi su un morsetto e 4 fili marroni sull’altro.

Una volta riattaccato il morsetto, potrai già alimentare la centrale di controllo e verificare che le fotocellule facciano il classico “click” passando la mano davanti e interrompendo il raggio.

A questo punto ti ritroverai con 2 fili da un lato e 2 fili dall’altro, e l’aver usato fili colorati ti aiuterà enormemente.

Prendi un filo di un cavo di un colore, uniscilo al filo di colore diverso dall’altro lato (es: verde-blu) e metti un morsetto.

Ti ritroverai con un filo da ciascun lato, di colore diverso. Connettili all’ingresso fotocellule e al comune della centrale come vuoi.

Il collegamento è concluso. Ora avrai sia le fotocellule interne sia quelle esterne che funzionano correttamente.

Videotutorial

Se preferisci, ti mostriamo come collegare insieme due coppie di fotocellule in questo videotutorial:

Trovi fotocellule, motori, centraline, telecomandi, operatori completi e centinaia di altri accessori e ricambi GIBIDI, PROTECO, NICE, FAAC e BFT sul nostro sito…

… che ti ricordo ha cambiato indirizzo: non è più shop.segema.net ma shopsegema.it.

Ciao e al prossimo articolo!

P.S.: Ti ricordiamo che i nostri sono comunque solo dei suggerimenti e, se hai dubbi, di rivolgerti sempre a personale specializzato.