NON SOTTOVALUTARE MAI LA MECCANICA DEL CANCELLO

 Non importa tu abbia un cancello automatico scorrevole o a battente: troppo spesso dimenticherai quanto la meccanica giochi un ruolo fondamentale.

Cosa intendo?

Per esempio, in un cancello scorrevole, è fondamentale che le ruote funzionino bene, o che lo stato della guida a terra sia adeguato.

Allo stesso modo, dei cardini in buone condizioni sono essenziali affinché l’automazione non abbia problemi.

 

 

C’è poi un altro fattore da tenere in considerazione.

Con il progredire della tecnologia, anche i sistemi di rilevamento ostacoli sono diventati più sensibili. Ma qui urge fare una precisazione. Ho usato appositamente il termine “sensibili” e non “intelligenti”.

Amazon potrà puntare alle consegne dei pacchi con i droni e le Macchine potranno prendere il controllo in film come “Terminator” e “Matrix”, ma siamo ancora distanti da quei tempi.

Non fidarti di chi dice che la centralina è in grado di distinguere l’impatto su una persona da quello su un sasso.

Molto semplicemente, per la centrale di comando un impatto è un impatto.

Cosa comporta questo?

Per esempio, che se c’è uno sforzo o attrito, la macchina lo interpreterà come un malfunzionamento. Ma quel malfunzionamento, in realtà, non esiste.

Dal punto di vista dell’automazione, quindi, si tratta di un “falso positivo”. Il cancello automatico si blocca, è vero, ma non perché sia guasto. Più semplicemente, è perché la meccanica del cancello gli fa credere che ci sia un ostacolo.

In tutta questa storia, il vero problema è che riconoscere questi fenomeni non è molto semplice.

 

Tuttavia, prima di dare per guasto un sistema di automazione, ti consiglio di fare prove e test con la mente aperta; non partire preventivamente con la convinzione che il motore o la centrale che hai appena acquistato siano guasti.

Fidati, non è un’eventualità così rara: ti posso assicurare che la meccanica incide per circa il 40% dei guasti nelle automazioni.

Un’altra cosa che complica la situazione è la scarsa conoscenza del proprio cancello automatico.

Sembra strano da dire, ma non è così, se ci pensi: quanto tempo passi utilizzando a stretto contatto il tuo cancello? E quando, invece, lo spendi con il tuo cellulare?

Se il tuo smartphone inizia a fare rumori strani o a comportarsi in maniera insolita, te ne accorgerai subito.

Ma puoi dire lo stesso del tuo cancello automatico?

Quello stesso cancello che tieni fuori casa (per ovvie ragioni!), e a cui il 99,9% delle volte non dedichi che un’occhiata distratta quando esci o rientri con l’auto?

Quanto puoi essere certo che il cancello “…no, questo rumore non lo ha mai fatto!” quando molto probabilmente il cancello manifestava quel rumore quando eri in auto, con la radio accesa, distante almeno dieci metri e con la testa concentrata sulla tua destinazione?

Ricorda: i problemi legati alla meccanica del cancello non sono inclusi nella garanzia dell’automatismo. Questo significa che se il tecnico che te lo ha installato arriva e il problema non è un difetto di fabbricazione ma sono per esempio i cardini usurati, l’intervento non sarà in garanzia e dovrai pagarlo.

Perciò non sprecare tempo e soldi, analizza il problema e cerca di arrivare alla radice!

 

Per oggi a tutto, a presto!

 

 

Ti ricordiamo che i nostri sono comunque solo dei suggerimenti e, se hai dubbi, di rivolgerti sempre a personale specializzato.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *