I 3 CASI SCOMODI DI UNA FOTOCELLULA BASTARDA

I 3 CASI SCOMODI DI UNA FOTOCELLULA BASTARDA

Se anche tu sei un installatore da anni, ti sarà sicuramente capitato di dover installare o sostituire un paio di fotocellule su un impianto.

Ora, normalmente rimpiazzare le fotocellule è facile: la maggior parte delle volte un cliente ti chiama perché qualcuno ha mandato in frantumi il vetrino superiore urtandola con l’auto oppure il cane si aggira ancora nei pressi della scena del delitto con pezzetti masticati di guscio di plastica tra i denti e un’aria colpevole.

Lì è poca roba, un caso semplice: roba che ti sbrighi in 5 minuti se proprio vuoi attardarti e puoi filare verso un altro cliente con i soldi in tasca.

Ma se fosse un caso semplice, non saremmo qui a parlarne, giusto?

No, a noi piacciono i casi complicati, quelli che ti fanno perdere tempo prezioso su un intervento. Ci piace risolverteli in maniera facile e rapida, e sentirti esclamare: “Ah, ma bastava fare così?”

Sì, esatto: è così semplice e così facile.

Certo, se sai come fare.

Ma quali sono i casi complessi che puoi incappare quando monti una fotocellula?

CASO 1

Un cliente ti chiama e ti chiede di montare o sostituire un paio di fotocellule montate su dei muretti.

Spesso, nel caso di ville e condomini, i muri non sono perfettamente paralleli ma divergono leggermente. In casi come quelli, allinearli è un incubo.

La parola chiave in quel tipo di installazione sembra essere quasi sempre “improvvisiamo!”. E allora capace che ti trovi a usare spessori raffazzonati e fantasiosi come fogli di carta appallottolati, tappi di plastica, rametti, stop con 30 rondelle, zeppe di legno…

…tutti mezzi improvvisati per inclinare le fotocellule in modo che tornino a allinearsi che renderebbero sicuramente fiero di te MacGyver o un capo Scout, ma manderebbe in bestia un cliente che ha sborsato soldi per ritrovarsi un lavoro del genere.

Poi non puoi lamentarti se il cliente chiama un altro installatore, perché magari quell’altro ne sa meno di te, ma tanto agli occhi della signora Maria che ha subito l’intervento approssimativo non ci sono più differenze.

CASO 2

Mettiamo che la nostra signora Maria, che ha più proprietà di Trump, ti chiami perché vuole installare delle fotocellule esterne sulle colonne del cancello. Fin qui tutto bene, peccato che appena butti un’occhiata sulle colonne ti accorgi che non c’è spazio sufficiente e dovresti montare le fotocellule su staffe e staffette che sono da evitare come la peste.

Dici che esagero, che alla fine vanno bene comunque?

Errore: montarle in questo modo è come compiere un’azione suicida per il tuo tempo e i tuoi soldi, perché usare delle staffette non solo è brutto da un punto di vista estetico (e alla signora Maria già darà fastidio questa cosa, perché la staffa che sborda così fa a cazzotti col cespuglio di rose lì vicino), ma rappresenta anche un errore tecnico da evitare, perché ti porterà problemi. Le staffe infatti tendono a piegarsi con una facilità incredibile, non sono stabili e quindi tenderanno inevitabilmente a far perdere il puntamento alle fotocellule.

E ogni volta che devi tornare lì per riallineare le fotocellule, PUFF, sono soldi che scompaiono dalle tue tasche!

CASO 3

Ora, mettiamo che la signora Maria ti chiama per fare una manutenzione per il condominio che possiede. Devi sostituire delle fotocellule più vecchie della tua cliente, e lei non ha la più pallida idea se fossero alimentate a 12 Volt o a 24 Volt, se in continua o in alternata. Probabilmente, e anche comprensibilmente, non sa neanche cosa significhino questi termini.

Certo, però ora il problema è tuo, e dovrai perdere un sacco di tempo per capire il giusto voltaggio, sempre che qualcosa non salti in corto durante le tue indagini e devi ripagarla di tasca tua.

Sono 3 casi complicati che ti possono far perdere tempo e denaro, eppure la soluzione è una sola e la trovi in un video semplice e breve, solo per te.

Lo puoi trovare qui (clicca qui), nella parte privata del nostro sito. Ricorda che questa parte è riservata solo ai professionisti del settore che hanno aderito al nostro programma CONTACT CARD. Se ancora non hai fatto richiesta per averla, tranquillo, ottenerla è facile, veloce e gratuito: vai qui (clicca qui) e scopri quanto sia semplice averla!

Alla prossima!

“Sembra sempre impossibile finché non viene fatto” – Nelson Mandela

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *